*** Comunicato ufficiale ***

 

equAnime si oppone alla vergognosa iniziativa di ProVita di “reclutare” sindaci per portare alla Camera dei deputati la richiesta di prevedere per gli stessi la possibilità di obiezione di coscienza contro la celebrazione (registrazione o trascrizione) delle unioni civili omosessuali

 

 

Piancogno, venerdì 25 marzo 2016

“La nostra associazione […] porterà alla Camera dei deputati la richiesta […] di prevedere la possibilità di obiezione di coscienza contro la celebrazione (registrazione o trascrizione) delle unioni civili omosessuali. Pertanto sono qui a chiederLe, se ne condivide lo scopo, di aderire a questa richiesta al Parlamento affinché rispetti l’obiezione di coscienza dei sindaci e altri funzionari che sarebbero costretti a contraddire i propri valori se fossero obbligati a celebrare unioni omosessuali.”

Queste sono alcune delle parole contenute in una mail inviata dall’associazione ProVita onlus ai sindaci italiani in questi giorni.

La richiesta è a dir poco ridicola e paradossale e denota una profonda e perpetrata incapacità di accettazione da parte di certe associazioni e taluni personaggi degli amori diversi da quelli eterosessuali e del loro riconoscimento a livello legislativo. È incredibile infatti vedere con quanta ostinazione tali associazioni e personaggi continuano ad aggrapparsi a ogni stratagemma per negare e ostacolare la parità di diritti e doveri tra coppie eterosessuali e coppie omosessuali, spesso utilizzando cattiverie e falsità gratuite, e tentando di ancorare in questo modo il nostro Paese a un livello retrogrado sotto l’aspetto dei diritti civili.

Nella mail si legge altresì che “moltissimi sindaci ed altri ufficiali, in tutta Italia, in ragione dei loro più profondi convincimenti morali o religiosi, e in base agli articoli 2, 19, 21 e 29 della Costituzione, si rifiuterebbero in coscienza – se potessero – di celebrare un simil matrimonio omosessuale.” Non si può non notare in tali parole un profondo egoismo: perché le proprie personalissime idee e convinzioni dovrebbero infatti influire sugli amori e i progetti di vita altrui? E poi: perché la religione continua ad essere utilizzata come strumento di crociata in un contesto laico come quello dello Stato e delle leggi? Secondo l’articolo 3 della Costituzione “tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali. È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l’eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l’effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all’organizzazione politica, economica e sociale del Paese”; la finalità ultima dello Stato quindi è e deve essere quella di favorire l’uguaglianza tra tutti i cittadini, non il mantenimento di differenze basandosi, magari, su convincimenti personali e religiosi.

equAnime, nata proprio in seguito al dilagare di idee e teorie volutamente costruite in maniera falsa e storpiata ad opera proprio delle associazioni e dei personaggi citati all’inizio, come quella del “gender” che ha creato soprattutto nei mesi passati confusione e allarmismo, continuerà a lavorare per far sì che iniziative come quella avviata da ProVita vengano pubblicamente denunciate. Perché tali deliri omofobi terminino e, anzi, dalle unioni civili che stanno per diventare legge si passi poi al matrimonio egualitario e non ci siano pertanto più in futuro differenze alcune tra amori e legami. Questa è la strada giusta, questo è il percorso da seguire, contro ingiustizie e ridicoli stratagemmi che, in fondo in fondo, non possono di certo fermare il domani.

Andrea Orini
Presidente equAnime

Comunicato ufficiale del 25 marzo 2016
Tag:         
Vai alla barra degli strumenti

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra e da parti di eventuali altri siti a noi collegati. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi